Cerca
  • coreysquarzoni

Gin ai Semi di Peperone


I semi di peperone vengono solitamente buttati via insieme alla parte bianca (Placenta) che li contiene. Hanno un peso irrisorio sul totale, essendo leggeri e pochi, ma se lavorati nella giusta maniera possono rilasciare delle curiose note aromatiche.

D’ora in poi conserva i semi di peperone, è semplicissimo rimuoverli dalla placenta! Basta semplicemente rimuovere con un coltello la placenta dal peperone e poi con le dita “sfregare” quest’ultima per rimuoverli.



Cosa ti serve

Coltello

Tagliere

Padella

Fornello o Piastra Induzione

Superbag o filtro caffè

Blender o Minipimer

Bilancia

Cucchiaio

Vasetto o contenitore con chiusura ermetica

Imbuto


Ricetta (per circa 300 ML di prodotto)

300 ML London dry gin

4 GR Semi di Peperone TOSTATI



Come prima cosa rimuovere i semi dall’interno del peperone e se ancora presente, rimuovere la parte bianca rimasta attaccata.

Mettere una padella a fuoco medio e quando calda, versare i semi di peperone all’interno. I semi dovranno prima di tutto asciugarsi e successivamente “tostare” leggermente. Saranno pronti quando i bordi cominceranno a dorarsi ed a diventare più scuri piano piano.

In questa ricetta il peso dei semi di peperone indicato è tostato, quindi pesate i semi appena dopo averli rimossi dal fuoco, tenete conto che il peso dei semi prima e dopo può diminuire anche del 50%.

In un contenitore o vasetto versare il gin, e successivamente versare i semi ancora caldi.

Chiudete il vasetto e lasciate riposare per 24H.

Passate le 24H inserire il minipimer nel vasetto e frullare il tutto. (è consigliato avere un minipimer da inserire nel contenitore, usando un blender i semi potrebbero rimanere nella campana essendo molto piccoli e leggeri)

Finito di frullare i semi con il gin, potete direttamente filtrare con una superbag o filtro del caffè. And that’s it, imbottigliare ed il vostro gin ai semi di peperone è pronto!


Qualche piccolo suggerimento


Il sapore rilasciato dai semi sarà molto lieve, è consigliato utilizzare il gin in drink come il Martini, per valorizzare al meglio i sentori sprigionati dall’infusione!

Se vuoi cambiare il distillato ti consiglierei di usare un distillato "neutro" come la vodka, manterrà le note aromatiche dei semi, mentre un distillato come il rum o whisky potrebbe coprire troppo le note rilasciate durante l'infusione.


173 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti